Salve,

sono Maria Anna (Colantoni), new entry (applauso!) nel sito della Pro Loco.

Faccio parte del Consiglio Direttivo della stessa (mi oppongo alla definizione di Membro del Direttivo)

Il Presidente, bontà sua, ha ideato tale rubrica appositamente per me! In realtà non so bene se per pura bontà, o per aver il pretesto di eliminarmi con sottile astuzia.

Egli sa bene che io sono una scalcitante puledrina (con diverse primavere sulla groppa).

Ne erano pienamente a conoscenza le mie Professoresse di Lettere, sante donne!

Chi appartiene alla mia generazione – fornirò in una successiva occasione, una breve autobiografia autorizzata – ricorda, con sottile brivido, i titoli improponibili dei temi, specialmente nelle Scuole Medie. Improponibili e improbabili per chi,come me, aveva già l’occhio e l’orecchio attenti  alla vicende del Mondo, e non solo all’ hula-hop e alla Coca-Cola.

Sicchè, al cospetto di “Le mie vacanze estive” o “Parla di un sogno recente”, io, superato l’impatto emotivo, partivo a spron battuto, o meglio, decollavo per voli pindarici, che per un puro battito d’ali, riuscivo a mantenere entro i limiti estremi della rotta (leggi titolo del tema):

E ci riuscivo talmente bene, da estasiare le mie professoresse: sante, sante donne! Loro ogni volta leggevano i miei componimenti all’intera  classe.

Colgo l’occasione per scusarmi con tutte le sventurate compagne (di maschietti due o tre).

Non vogliatemene, almeno non più. Poi il tempo cancella ogni brutto ricordo, o no?

 

“Maria Anna” Mi informa il Dottor Professor Presidente “Ho aperto questa rubrica unicamente per te.”

“Mi dai carta bianca?” Chiedo io.

“Certo..” Risponde l’incauto.

La libertà donata mi spiazza.

“Cosa scrivo?”  Gli e mi chiedo perplessa.

“Scrivi… qualcosa”

Io non so scrivere qualcosa ! Quando ho in mano una penna (già, proprio penna, quell’oggetto in plastica o metallo,, con l’inchiostro dentro), non mi fermo più!

Mi si deve dire che il tempo è scaduto (?) ; che uno dei miei animaletti ha un occhio offeso; che alla TV c’è George Clooney… o semplicemente togliermi la penna dalla mano.

Penso (e questa è già una notizia) , che bene o male abbiamo rotto il ghiaccio. Conserviamolo, per allungare i drink dell’amicizia..

Lo Champagne no, mi sembra eccessivo per brindare a questo incontro, più semplicemente e modestamente, basterà del Chinotto e acqua fresca di rubinetto.

Certo…. se poi c’è un’olivetta, delle patatine, alcune tartine, allora… beh allora ci vedo appropriato anche un frizzantino.. e perché no, anche un Chianti corposo.

Allora, salute a tutti noi!                                                                                                                 

Joomla templates www.joomlashine.com

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo